This page created with Cool Page.  Click to get your own FREE copy of Cool Page!
Mi ero ripromesso da
tempo di farlo ma ho
cercato a lungo di fare
qualcosa che non fosse
un mero elenco di
forme ceramiche
tardo antiche e alto
medievali (anche
perché sarebbe
quasi impossibile);
alla fine ho trovato
la formula che,
spero, di poter
portare avanti
in maniera costruttiva e, soprattutto, utile.
"Late Roman Pottery Home Page" sarà, soprattutto una raccolta di "brevi" saggi su un aspetto che spesso mette in crisi i ceramologhi, me compreso: il commercio della ceramica, in Italia tra la tarda antichità e il medioevo. Perché mette in crisi ? Perché, innanzitutto, è un aspetto fino ad oggi poco indagato, quindi ancora tutto da definire, ma in corso di definizione, poi perché è evidente la difficoltà di individuare una produzione "non regionale" quando non si disponga di confronti affidabili. In epoca tardo antica un certo impoverimento del repertorio formale caratterizza un po' tutti i centri di produzione del Mediterraneo, almeno per quello che riguarda le classi ceramiche di uso comune, da fuoco e da mensa; per questo motivo, basandosi solo su confronti della forma si rischia di venir fuorviati, ed allora la cosa migliore è quella di "non pronunciarsi".
Ma oggi, sempre più spesso, vengono in aiuto le analisi compiute sulla composizione petrografia delle argille, le quali, oltre a mettere in evidenza le differenze, permettono di risalire alle aree di provenienza delle argille stesse e, quindi, delle singole produzioni ceramiche.
Negli ultimi anni molte occasioni di incontro tra studiosi della materia hanno permesso di puntualizzare questi aspetti, soprattutto per quanto riguarda i centri del Mediterraneo occidentale (Italia e Africa), mentre molti dubbi permangono, per quanto ne so io almeno, per le produzioni orientali (Anatolia e Vicino Oriente).
I saggi che ho iniziato a mettere in rete, e che continuerò a produrre, servono soprattutto a chiarire le idee al sottoscritto e a consentire, sempre al sottoscritto, di tenere aggiornate le proprie competenze e allenata la mente; ognuno di essi affronterà, nel breve spazio di una pagina HTML, specifici argomenti legati alla presenza in Italia, e a Roma, di particolari classi ceramiche di produzione locale e di importazione. Non seguirò alcun criterio nel susseguirsi delle "uscite" ma mi limiterò a dare ascolto all'ispirazione, a tenere d'occhio le uscite bibliografiche e a tirar fuori notizie e dati dal mio archivio. La bibliografia sarà all'inizio limitata, ma, come faccio ormai da anni per le schede sulle anfore, cercherò di tenerla in continuo aggiornamento.
Sono stato, a volte, ringraziato per il fatto di mettere a disposizione di tutti i risultati del mio lavoro ( aggiungo io: senza guadagnarci un soldo !), ma come ho spesso sottolineato, mi preme anche il fatto di mettere in rete qualcosa di scientificamente valido, pur nella sua brevità, che possa servire come spunto di ricerca, anche grazie alla puntuale presenza di riferimenti bibliografici; questo per ovviare alla sostanziale "inutilità" di quanto si trova su internet in materia di archeologia e affini.
Spero che questo mio modesto proposito non venga disatteso !

Buona navigazione a tutti.

Badwila








CATALOGO - (aggiornamento aprile 2009)

La ceramica Longobarda in Italia centro settentrionale

La ceramica gallica a copertura metallescente (Trier Black-slipped Ware - Rhenish ware - Moselkeramik - Spruchbecherkeramik)

La ceramica da fuoco di Pantelleria

Invetriate e produzioni di pregio in epoca tardo romana; l'area pannonica e danubiana

Bollitori di produzione nord africana

I corredi delle sepolture intramuranee di Roma nei V e VI secolo d.C.

Ceramica comune sopradipinta in rosso: l'atelier romano del IV e V secolo

La ceramica invetriata di epoca
imperiale in area romana


Casseruole ad anse orizzontali

Catini da mensa e da trasporto della tarda antichità

Gli strumenti della panificazione domestica nel medioevo: Clibano e Testo

Tubuli fittili per la costruzione di volte

Materiali ceramici da mensa e dispensa di provenienza nord africana

Borracce da viaggio e ampolle dei pellegrini

Le brocche per "Garum" Ostia II 401 e simili

L'Africana da cucina tarda; marmitte globulari ansate

Contenitori da cucina ad orlo verticale di provenienza egeo orientale

Anfore a barilotto di provenienza sud italica

Salvadanai di epoca tardo imperiale e medievale

Olle globulari o a fondo rastremato, con orlo svasato

I vasi antropomorfi di Navigius, Olitresis, Septus, Tahinas e Saturninus, decorati a matrice ed altre produzioni minori in sigillata africana

La c.d. Sigillata Focese (Late Roman C Ware), o Sigillata Orientale

Late Roman Unguentaria