This page created with Cool Page.  Click to get your own FREE copy of Cool Page!
Contenitori mono ansati della media e tarda età imperiale


Provenienza sporadica dalla zona dell'Appia Antica (Roma), confrontabile
con l'anforetta Agora Plate 29 M 275-276 (contenitore monoansato
cilindrico, striato con piede tubolare e piccola ansa ad anello), datata al
4° sec. d.C.
L'argilla è molto ben depurata e leggermente micacea, di colore beige
chiaro; apparentemente ricoperta di un ingubbio leggermente più scuro.
Sembra assente dal contesto dei materiali ostiensi, almeno in questa
versione con collo lungo e striato; un contenitore simile è presente in
Benghazi (Berenice), fig. 83, n. 228, classificato tra le Mid Roman 3.
La datazione si basa sul contesto dell'Agora di Atene
Parte di un contenitore monoansato da scavi 1990-1991 nella zona della via Appia (Roma), confrontabile con Agora Plate 11, J 46, Plate 20, M 38 e Plate 22, M 125, 126. Giara o anforetta ovoidale, con piccola ansa a nastro, piede a bicchiere, striato; databile al 2°-3° sec. d.C. Sulla base delle sole parti conservate non sarei in grado di risalire alla forma completa, ma i confronti proposti mi sembrano i più calzanti; l'argilla è molto meno depurata rispetto al contenitore precedente, leggermente micacea e rivestita di vernice color bruno molto scuro.
Contenitore da Yassiada 4, monoansato confrontabile con Agora Plate 28, M 255-257 e Plate 29, M 277 - 4° sec. d.C.; anche questo genere di giara o anforetta sembra poco diffuso in occidente; personalmente non ne ho mai vista una dal vero. Secondo quanto risulta dalla letteratura in materia solo a partire dalla fine del 5° secolo, con il declino del commercio dall'africa, i prodotti orientali trovano un loro notevole spazio nei mercati occidentali. Questa tipologia di giara trova un suo preciso corrispettivo in forma bi ansata; sulla base dei contesti dell'Agora di Atene i due tipi dovrebbero essere stati prodotti contemporaneamente